Sostieni

Il nostro codice fiscale: 80142650151

Inviati un promemoria
via mail

Condividi il nostro appello
sui tuoi social

Più siamo più possiamo fare la differenza

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp

Il tuo 5x1000 vale

18 

se il tuo reddito è di
15.000 euro

Un pranzo per 5 bambini Centro Educativo Pomeriggi Insieme

39 

se il tuo reddito è di
30.000 euro

Contributo per acquisto materiale per laboratori artistici ed educativi Centro Educativo Pomeriggi Insieme

77 

se il tuo reddito è di
50.000 euro

Contributo sportello psicologico per ragazze a ragazzi più fragili nelle scuole #tu6scuola

116 

se il tuo reddito è di
70.000 euro

Contributo per tirocinio formativo di un minore migrante - Ragazzi Harraga

Come devolvere il 5x1000 al CIAI

  1. Cerca nel modulo dichiarazione dei redditi (730, modello unico, CUD) lo spazio scelta per la destinazione del 5×1000 dell’Irpef
  2. Firmanel riquadro “Sostegno del volontariato e delle altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale..”
  3. inserisci il codice fiscale di CIAI: 80142650151

Domande frequenti

Da ormai diversi anni lo Stato dà la possibilità ai contribuenti di destinare una quota pari al 5 per mille dell’IRPEF (imposta sul reddito delle persone fisiche) a sostegno di enti che svolgono attività socialmente rilevanti (non profit, ricerca scientifica e sanitaria).

Per effetto del Decreto Legge Coronavirus, la scadenza per la presentazione del Modello 730 precompilato e/o ordinario slitta al 30 settembre. Il Modello Redditi (ex Unico) Persone Fisiche va presentato entro il 30 novembre 2020 se la presentazione viene effettuata per via telematica, direttamente dal contribuente ovvero se viene trasmessa da un intermediario abilitato alla trasmissione dei dati. L’invio telematico della Certificazione Unica (sia per redditi di lavoro dipendente che di lavoro autonomo) all’Agenzia delle Entrate slitta al 31 marzo 2020, e lo stesso termine è stato dato ai datori di lavoro per inviare la Certificazione Unica al dipendente e/o lavoratore autonomo. Da segnalare che passa dal 15 aprile al 5 maggio la messa a disposizione sia del Modello 730 precompilato che del Modello Redditi (ex Unico) precompilato.

Per chi non ha obbligo di presentazione della dichiarazione dei redditi, basterà, senza alcun onere da parte del contribuente, consegnare a una banca o alla posta la scheda integrativa per il 5 per mille contenuta nel CUD in busta chiusa su cui apporre la scritta “scelta per la destinazione del 5 x mille dell’IRPEF”, indicando nome, cognome e codice fiscale.
Sì, il 5 per mille non ha nessun costo. Se si decide di non destinare a nessuno il 5×1000 quella parte di IRPEF sarà comunque versata allo Stato.
No, la scelta di destinazione del 5 per mille non sostituisce quella dell’8 per mille. L’8 per mille è una legge dello Stato (L. 20 maggio 1985, n. 222) che vede come beneficiari o lo Stato stesso o le diverse confessioni religiose a seconda della preferenza del contribuente.
0
    0
    Il carrello
    Il tuo carrello è vuotoCerca altri doni